Breve cronaca di un lunedì sera qualunque in piazzetta

È l’una di notte  di un lunedì primaverile in piazzetta a san lorenzo. L’aria è fresca, ha piovuto in giornata.

Solita composizione: gruppetti di magrhebini che bevono e trafficano rumorosamente agli angoli della piazza, i freakkettoni con l’immancabile bongo, il solito giocoliere, qualche alcolizzato con il cagnone libero che lo riporterà a casa… la solita seratina di merda.

Poi arriva un tipo scoppiato con una cassa in spalla. La posa all’inizio della scalinata e parte la drum & bass.

Il delirio! In una attimo tutti i magrebbini, i freakkettoni e gli ubriaconi coi cani confluiscono a ballare nel centro della piazza. Due ubriaconi fanno per menarsi ma sono troppo cotti e ci rinunciano da soli senza bisogno che nessuno li divida. Poi uno dei due si butta a terra abbracciando il suo cane in mezzo al delirio. Quando si rialza lascia a terra cellulare e portafogli… Uno… Due.. Tr. Un magrebino li raccoglie camminando, l’ubriacone si gira proprio in quel momento e tende le mani. Il magrebino gli rende la sua roba.. bella lezione: a san lorenzo hai tre secondi per uscire pulito da una cazzata che hai fatto.. lo sapevo già..

Intanto tutti ballano e fanno casino.

Immancabile lancio di uova dal palazzo di fronte.. ce ne fottiamo e continuiamo a ballare per un altro quarto d’ora, mentre il tipo della cassa tira fuori due microfoni e con un amico cominciano a suonare breakbeat con la bocca.. spettacolo!

Poi da dietro la chiesa spunta una macchina della polizia che lenta e incerta entra nella piazza..

Prima risposta: li insultiamo.. i due poliziotti sono incerti sul da farsi e intimoriti restano in macchina guardandoci.. noi restiamo compatti. Il tipo con la cassa la spegne.. arriva un’altra macchina della polizia che si parcheggia a fianco alla prima. Il tipo col bongo ricomincia a suonare, il freakkettone giocoliere riprende a lanciare le palline, ma restiamo comunque tutti compatti..

Due tipi di origine sud-asiatica si affiancano alla macchina delle guardie e ad ampi gesti spiegano cosa è successo.. rimango turbato e un po’ schifato… poi penso che anche loro subiscono un ricatto.. però fa schifo lo stesso.. non trovo soluzione e ci rinuncio mentre finalmente i due sbirri prendono coraggio e scendono dalla macchina, hanno tutti i nostri occhi più cattivi addosso che li seguono passo passo fino a quando non si affiancano al freakkettone  col bongo che smette di suonare.. poi guardano il tipo seduto sulla cassa e gli intimano di non accenderla più.. lui li insulta, loro in silenzio subiscono, poi, appena s’è sfogato, se ne va tra le nostre pacche sulle spalle complici… ride.. a modo suo ha vinto..

Gli sbirri tornano in macchina e dopo poco vanno via..

Piccoli focolai spontanei  si accendono, divampano in fretta e si spengono sempre più spesso in questa città.. quando daremo fuoco alla prateria?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...