Informazioni su pietromtb

pietromtb@yahoo.it

QUESTA NOTTE È LA NOSTRA NOTTE

Ci siamo. Le ultime luci del tramonto si affievoliscono e l’esercito di coloro che un tempo erano gli ultimi si riversa nelle strade di quel centro storico che mai è loro appartenuto. I numeri sono incalcolabili, i Palazzi sono circondati: l’esercito nemico, quello dei pretoriani di un potere che nell’arco dei decenni ha perso ogni legittimità, è arroccato, armato fino ai denti, a chiudere gli accessi, a proteggere oltre ogni limite di decenza i privilegi e le proprietà degli affamatori.

Continua a leggere

Annunci

Diario di una rivoluzione che ancora deve avvenire?

La corazzata Potemkin era partita con entusiamo dalla sua centrale operativa. Degage, in via Antonio Musa 10, era stata conquistata da poco e scorreva su di noi ancora tanta adrenalina nonostante fossero passate due settimane. Erano duri quei giorni. La centrale era messa bene: luce, acqua, gas, era tutto funzionante..ma mettere in sicurezza il posto e allo stesso tempo continuare a vivere costava fatica. Soprattutto quando cerchi di convincere i tuoi compagni che la partita non si gioca qui e ora…Anche se, poi ho pensato: perchè no? Trovo frustrante il senso di impotenza che attraversa i nostri giorni. Continua a leggere

LETTERATURA E CONFLITTO VOL.2 @Lettere – la Sapienza

letteraturaeconflittovol2Presentazione del libro
SCONTRI DI PIAZZA di Marco Capoccetti Boccia
interverranno: l’autore e l’editore Luigi Lorusso
… La presentazione sarà intervallata dal reading di
ATTRICE CONTRO

@IL PIAZZALE DELLA FACOLTà DI LETTERE LA SAPIENZA
ALLE ORE 17

RUMORE DI ACQUE

 

di Marco Ferrari

L’avevano detto che sarebbe successo. Ce l’avevano ripetuto un milione di volte ed alla fine ci eravamo assuefatti. Bisognava cambiare tutto e dovevamo farlo in fretta… ma c’erano anche degli altri problemi da affrontare che allora ci sembravano più urgenti. Ad essere sinceri pensavamo di delegare la soluzione del problema a quelle generazioni che avrebbero ereditato da noi un pianeta in collera. Ognuno pensava a se stesso e lo dimostrava il fatto che non avevamo alcun pudore a lasciare ai nostri figli dei debiti con parecchi zeri. Continua a leggere

Laurentino 2032

Questo racconto è stato scritto in due episodi, nel 1993 e nel 1996, dagli occupanti di l38 squat per il loro periodico…

Il settore L38, era una delle tante zone della città di Roma che era stata abbandonata dal potere al proprio destino, e che per esigenze di controllo era stata circondata completamente da un alto muro. Continua a leggere