Materiali di Conflitto

What Is It? riflessioni dell’assemblea permanente di sociologia su la letteratura e il conflitto.

Letteratura e Conflitto, una sperimentazione anche torinese riflessione del Collettivo di Lettere e Filosofia e Collettivo di Scienze Politiche – Torino

Lo scontro imminente lntroduzione a “the Clash” (lorusso 2010) di Valerio Evangelisti

Tabula Rasa trasmissione di radio ondarossa con ospite il Duka

Letteratura e Conflitto articolo apparso su Laspro  rivista di letteratura, arti & mestieri numero 16 gennaio/febbraio 2012

#Imagine a World Without Free Knowledge assemblea permanente di sociologia sulla rete

La crisi è la nostra università! manifesto delle realtà italiane promotrici del KNOWLEDGE LIBERATION FRONT

Valerio Evangelisti intervista realizzata dalla redazione di letteratura&conflitto

Annunci

2 thoughts on “Materiali di Conflitto

  1. MEDITAZIONI

    Respiro aria di rivolta…
    È il fumo denso dei lacrimogeni,
    è il sorriso di una compagna,
    è l’aroma acre dei fumogeni,
    è il sudore che scende lungo il corpo…
    Vivo di idee libere,
    vivo intensamente ogni scintilla di rabbia,
    è la voglia di distruggere ogni gabbia:
    le passioni sono il sale della vita,
    la nostra è una storia infinita.
    Donne ed uomini nella giungla metropolitana,
    sogni senza tempo della specie umana,
    una irrefrenabile voglia di libertà
    che muove i passi dell’azione,
    è la linfa di ogni insurrezione.
    La vera rivoluzione è un sentimento quotidiano,
    le pulsazioni del mio cuore battono il tempo della lotta.
    …giorno dopo giorno…

    MARKO DE ROSE

  2. DITECI PURE

    Quelle notti che cammino per la strada
    da solo,
    alle 7 di mattina,
    e voi mi fissate;
    dite pure
    che voi state iniziando la giornata e
    quello stronzo la sta finendo!

    Dite pure che nell’autobus,
    io con gli occhi acidulei,
    voi che mi spiate con disprezzo:
    guarda sto tossico!

    Quando quella sera tu
    ci hai visto andare in strada
    con bottiglioni di birra
    dillo pure:
    poracci st’ubriaconi!

    Quando il tuo porsche cayenne
    che alcuni dei miei amici hanno bruciato
    nelle lotte per le strade,
    dillo pure
    che ci hai pensato a lividi e sbarre;
    quando lo avevi pagato
    con la tua pensione d’oro,
    tu!
    tu!
    tu ci hai giudicati,
    con i tuoi complici siete
    dio fatto in terra,
    la vostra autorità vi morde.
    Non ti accorgi però di una cosa
    noi siamo quelli che abbiam sognato un mondo,
    quelli che lo vivono, quelli che lo disegano,
    quelti che lo cantano, quelli che lo ballano,
    quelli che lo lottano,
    quelli che forse non ci credono,
    Quelli che il mondo
    non lo han ridotto questa merda,
    noi siamo quelli che la merda la stiamo prendendo in faccia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...